Semalt presenta 4 passaggi per impostare un filtro in Google Analytics per tenere traccia dei sottodomini

L'impostazione di un filtro personalizzato in Google Analytics ci consente di analizzare il traffico dei sottodomini separatamente dal nostro sito principale. Questi filtri personalizzati sono utili per landing page , siti Web con blog e siti commerciali che fanno parte di domini esistenti.

Ecco una guida completa e semplice di Andrew Dyhan, uno dei massimi esperti di Semalt , su come impostare un filtro in Google Analytics per tenere traccia dei sottodomini.

Passaggio n. 1: imposta Google Analytics sul sottodominio:

Dovresti assicurarti che l'account Google Analytics sia impostato sul sottodominio e che entrambi i domini utilizzino un unico codice UA. Se entrambi i tuoi siti Web non utilizzano la stessa proprietà UA, potresti non essere in grado di vedere le tue statistiche quando crei i filtri. Puoi anche utilizzare Google Tag Assistant e controllare lo stato del tuo dominio e sottodominio assicurandoti che il codice sia installato correttamente. Dopo aver impostato il codice Universal Analytics per entrambi i siti, puoi passare al secondo passaggio.

Passaggio 2: creare nuove visualizzazioni nell'account Google Analytics:

La creazione di nuove visualizzazioni nel tuo account Google Analytics è semplice. Una volta effettuato l'accesso al tuo account, è necessario fare clic sulla sezione Ammin. E fare clic sull'opzione Crea nuova vista. Non dimenticare di dare a questa vista un nome proprio. Una volta completato questo passaggio, è necessario aggiungere il sottodominio effettivo (come blog.abc.com) e salvare le impostazioni. Questo passaggio ti assicura di poter accedere ai tuoi dati sul traffico inalterati e non elaborati senza alcun problema. Inoltre, è facile disattivare i filtri, ma non è possibile eliminarli in modo permanente e non è possibile modificare i dati filtrati ancora e ancora.

Passaggio n. 3: applicare i filtri personalizzati:

Devi fare clic sulle nuove viste che hai creato per il tuo sottodominio e applicare i filtri personalizzati il prima possibile. Sotto il tipo di filtro, è necessario selezionare l'opzione di filtro personalizzata e fare clic sul pulsante Includi. Puoi anche scegliere il nome host del menu a discesa; qui devi aggiungere il sottodominio con punti e barre rovesciate. Ad esempio, se il tuo sottodominio è www.wholesale.abcsite.com, puoi inserirlo come wholesale \ .abcsite \ .com.

Una volta terminato questo processo, non dimenticare di fare clic sull'opzione Verifica filtro per assicurarti che tutto funzioni correttamente, ma è un passaggio non necessario. Dopo aver fatto clic sul pulsante Salva, i filtri inizieranno a raccogliere e mostrare i dati entro le prossime ventiquattro ore.

Passaggio n. 4: aggiungi l'esclusione dei referral a Google Analytics:

È necessario aggiungere l'esclusione dei referral alla proprietà Google Analytics poiché impedirà ai visitatori del sottodominio di apparire come autoreferenziali. Inoltre, non saranno in grado di inclinare il rapporto di Google Analytics. Per applicare l'esclusione dei referral, vai alla sezione Amministratore nel tuo account Google Analytics. Dopo aver selezionato una proprietà, il passaggio successivo è fare clic sull'opzione Informazioni di tracciamento. Infine, è necessario fare clic sull'elenco Esclusione referral e aggiungere l'URL del sottodominio prima di salvare le impostazioni. Per ulteriori informazioni su filtri e sottodomini, è necessario consultare la sezione di aiuto di Google.

mass gmail